CHEF

Attività / Mansioni

Specializzato nella trasformazione degli alimenti e nella gestione, in qualità di responsabile, delle cucine di ristoranti, alberghi, catering, mense, ecc. Lo chef è negli ultimi tempi divenuto una figura sempre più popolare quale depositario del sapere gastronomico e interprete creativo delle combinazioni e degli abbinamenti fra alimenti. Questa popolarità, accresciuta in relazione alla popolarità dell’enogastronomia e alla crescente varietà delle soluzioni di offerta gastronomica, ha determinato una crescente autonomizzazione della figura dello chef, che da dipendente delle imprese di ristorazione è diventato sempre più un garante e comunicatore del buon cibo. Ne discendono sbocchi professionali inediti, quali ad esempio: il consulente per aziende del food e delle attrezzature per cucina, il selezionatore di prodotti alimentari d’eccellenza, lo chef a domicilio, l’insegnante nei corsi di cucina, il comunicatore multimediale, l’executive chef e il food and beverage manager in grandi strutture (alberghiere e catene di ristorazione). Dato l’apprezzamento tutt’ora notevole della cucina italiana in ambito internazionale, lo chef italiano rappresenta una figura professionale molto richiesta anche all’estero, con notevoli possibilità di acquisire esperienze in vari paesi e remunerazioni interessanti.

figure

Attitudini, conoscenze, figure affini

Attitudini
Abilità manuale, memoria, accuratezza e precisione, senso delle forme e dei colori, creatività, resistenza fisica, passione per il cibo.

Nozioni e abilità richieste
Conoscenza merceologica, della fisiologia e della chimica degli alimenti e processi produttivi, norme igieniche, sistema di autocontrollo ( HACCP), certificazione di qualità, marketing, amministrazione e gestione d’impresa, tecniche di vendita.

Figure professionali affini
Pasticcere, panettiere, pizzaiolo.

Percorso formativo

Scuola
scuola alberghiera

Università
Esistono accademie di istruzione superiore, quali ad esempio ALMA a Colorno (PR), Etoile a Tuscania (VT) e accademie internazionali come l’Ecole d’Hotelerie a Losanna (CH).

Apprendistato
Età compresa tra i 15 e i 25 anni (29 anni in casi di motivata eccezione) – superamento dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo d’istruzione – i soggetti minori di 16 anni (in obbligo scolastico) devono aver concluso positivamente il 9° anno di scuola per poter accedere all’apprendistato. – contratto di apprendistato e tirocinio pratico in azienda (durata massima 60 mesi nell’artigianato, 36 mesi nell’industria) e – frequenza di lezioni teoriche per un giorno alla settimana presso una Scuola Professionale, – esame di fine apprendistato presso la Scuola Professionale.

Altri percorsi formativi
Esistono percorsi di formazione e aggiornamento privati e non regolamentati, a cura delle case produttrici dei prodotti utilizzati per la preparazione, dei distributori locali, nonché delle riviste e portali di settore. altra opportunità di aggiornamento viene dalle fiere specializzate.

attivita

Attività
professionale

Settore privato
Apertura di ristoranti, società di catering. Attività professionale indipendente.

Attività in proprio
Per esercitare l’attività in forma di impresa artigiana è necessaria l’iscrizione al relativo registro presso la Camera di Commercio

Scegli la scuola

che fa per te!

INFORMATI SUL MESTIERE
CHE TI INTERESSA