Testimonials

tronco

OZLAB

Ozlab è una fabbrica dell’immaginario reale, dove le avventure e le emozioni diventano progetti, scenografie, sculture, edifici..oggetti speciali che colorano e animano di magia i parchi tematici di divertimento. Così racconta Marco parlando della sua azienda nata nel 1999  “Dopo l’Istituto d’Arte ad Udine e gli studi all’Accademia delle Belle Arti di Brera volevo sviluppare le mie capacità artistiche in qualcosa di fantastico, fiabesco, avventuroso e così, inizialmente insieme ad un socio che però si è presto defilato, ho dato il via alla factory”.

Ma l’entusiasmo e le capacità artistiche non bastano: bisogna far quadrare i conti.

“Poco dopo, mio fratello si è unito al progetto occupandosi della parte amministrativa e stiamo proseguendo insieme; la mia famiglia ha da sempre creduto e sostenuto me e il mio lavoro.
All’inizio dell’avventura i contatti stretti durante il mio periodo di studio si sono rivelati fondamentali per introdurmi nel mercato. All’epoca internet non era così utilizzato come ora per cui i rapporti personali offline che ho creato sono stati il vero motore che ha fatto nascere la mia impresa. Grazie ai primi incarichi ho potuto reinvestire il capitale e, affiancato da mio fratello, ho potuto far fiorire pian piano l’attività”.

Ozlab mette in contatto l’euforia dell’emozione e la concretezza della realtà: il lavoro spazia dalla progettazione, alla creazione di modelli plastici, alla messa in atto scultorea degli allestimenti che vengono poi prodotti da aziende consociate che forniscono anche supporto decorativo e artistico durante il cantiere di installazione.

“Visto che il lavoro che offro è a 360° ho iniziato a dividere le varie parti tra una serie di collaboratori esterni che non sono dipendenti dell’azienda ma operano autonomamente. Questo si è rivelato un ottimo vantaggio sia per creare una rete di relazione con altre imprese sia per espandere i contatti dei clienti”.

In che cosa Ozlab si differenzia dalle altre aziende?  “L’obiettivo principale che mi sono prefissato è stato quello di mettere in pratica un lavoro di qualità: il mercato è saturo, soprattutto in Italia, ma seguire il cliente in tutto il percorso è risultato un punto di forza per la mia attività che l’ha contraddistinta rispetto ai competitor. Le mie competenze specifiche, la conoscenza del mondo dei parchi a tema che ho sviluppato durante i miei studi e la passione che metto nel mio lavoro vengono trasmesse direttamente al cliente che affianco anche dal punto di vista del marketing”.

La prossima sfida è quella di aprirsi all’estero: cercare di ampliare il territorio di gioco per trovare nuovi stimoli e porsi di fronte a nuove prove. Tutto ciò si muove a stretto contatto con lo sviluppo della parte online che affiancherà l’impegno di creazione di una fitta rete di relazioni che Marco ha iniziato a tessere in questi anni di attività.

<<< Indietro a tutti quelli che ce l'hanno fatta